Ricordarsi di me Password dimenticata? ?
 Posizione : Home > Clinique du Poids site > Mangiare bene > Le nostre ricette ricche di calcio
Il metodo LeDiet
Calcola il tuo BMI
Dossier Nutrizione
Le mie domande - le vostre risposte
Enciclopedia nutrizionale
Ricette per la linea
Frutta e verdura
di stagione
Calcolo la mia
attivita fisica
Le nostre ricette ricche di calcio
Il calcio, perché e quanto?

Tutti abbiamo bisogno di calcio, a qualunque età. Serve a costruire e mantenere solidi le ossa e i denti, ma é anche benefico al ritmo cardiaco, alla coagulazione del sangue, all’eccitabilità neuromuscolare e all’integrità delle nostre cellule.

Oggi sappiamo inoltre che il calcio (soprattutto quello contenuto nei latticini) contribuisce al controllo del peso ed è quindi un alleato delle diete.

Attenzione: se trascurata, una carenza prolungata di calcio può aumentare i rischi di osteoporosi, deformazione scheletrica, dolori alle ossa, affaticamento muscolare. A lungo termine, si aggiunge anche il rischio di tetania (insieme di disturbi neuromuscolari) e di insufficienza renale cronica.

Quale quantità di calcio?

Gli organismi sanitari consigliano agli adulti un apporto quotidiano minimo di calcio pari a 900 mg. Tuttavia, per le donne ultrasessantenni il fabbisogno sale a 1200 mg di calcio al giorno o addirittura a 1500 mg in assenza di cure ormonali sostitutive per prevenire l’osteoporosi.

Nota: l'assorbimento del calcio avviene in presenza di vitamina D, la cui fonte principale proviene dalla sintesi cutanea sotto l’azione dei raggi ultravioletti del sole. La vitamina D è anche presente nei pesci grassi (salmone, sardine…) e nell’olio dei pesci magri (olio di fegato di merluzzo).

Dove trovare il calcio?

- Il calcio è presente soprattutto nei latticini, dai quali può essere facilmente assimilato nell'organismo: formaggi (specie quelli a pasta pressata e dura), latte, yogurt, formaggio fresco…

- È presente anche in alcune acque minerali: Sangemini®, Ferrarelle®, Fabiaviva® e in quantità minima nella frutta e nella verdura secca, nel cavolo verde, nelle arance, nella frutta oleosa...

>> Torna al tema "Mangiare bene"