Ricordarsi di me Password dimenticata? ?
 Posizione : Home > Clinique du Poids site > Mangiare bene > Il latte è tossico per l'uomo?
Il metodo LeDiet
Calcola il tuo BMI
Dossier Nutrizione
Le mie domande - le vostre risposte
Enciclopedia nutrizionale
Ricette per la linea
Frutta e verdura
di stagione
Calcolo la mia
attivita fisica
Il latte è tossico per l'uomo?
Si sente dire sempre più spesso che il latte di mucca (e tutti i suoi derivati: formaggio, yogurt…) sia tossico, addirittura un vero e proprio veleno per l'uomo! Lo stesso varrebbe per il latte di capra, quello di pecora e di tutti gli altri mammiferi.

Ma dove nasce questa improvvisa polemica? I timori sono giustificati o è un semplice fenomeno di moda? Cerchiamo di distinguere il vero dal falso e vediamo quali conseguenze avrebbe sulla salute l'eventuale eliminazione dei latticini dalla nostra alimentazione.

Il latte di mucca solo per i vitelli?

Cosa si dice: la mucca produrrebbe latte solo per nutrire il suo piccolo fino allo svezzamento. Analogamente, la capra, la pecora e tutti gli altri mammiferi produrrebbero un latte specifico per la loro discendenza, insomma un latte adatto a ogni specie!
Per analogia, l'unico latte che l'uomo potrebbe tollerare sarebbe il latte materno durante i primi mesi di vita,con la conseguenza che il latte di mucca (o di altro animale) sarebbe all'origine di molti mali: emicranie, asma, intossicazione da acido lattico, diabete, sclerosi a placche, reumatismi, tumori, ecc.

Cosa ne pensiamo: prima di tutto, bisogna sottolineare che, a differenza dei mammiferi, l'uomo è onnivoro e non erbivoro, dunque il suo organismo è adatto a digerire e metabolizzare sia gli alimenti di origine animale (fra i quali il latte) che quelli di origine vegetale.

Tutte queste accuse non sono basate su nessuno studio scientifico reale ed efficace e gli organismi sanitari, come l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) o l’ANSA (Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare), non hanno mai pubblicato studi che incriminano i latticini, ma anzi continuano a consigliarne un consumo regolare per assicurare un apporto sufficiente di calcio.

>> Torna al tema "Mangiare bene"