Ricordarsi di me Password dimenticata? ?
 Posizione : Home > Clinique du Poids site > Alimenti > Latte animale e latte vegetale: quale scegliere?
Il metodo LeDiet
Calcola il tuo BMI
Dossier Nutrizione
Le mie domande - le vostre risposte
Enciclopedia nutrizionale
Ricette per la linea
Frutta e verdura
di stagione
Calcolo la mia
attivita fisica
Latte animale e latte vegetale: quale scegliere?
I latti vegetali pullulano sugli scaffali dei supermercati, sono sempre più numerosi e ne esistono di tutti i tipi. Ma perché vanno così di moda?

La loro popolarità è dovuta essenzialmente alla perdita di fiducia nei confronti del latte di mucca, considerato spesso responsabile (a torto, pare) di vari disturbi e patologie. I latti vegetali rappresentano allora un'alternativa al latte di mucca quando questo viene snobbato dai consumatori. La domanda che si pone è la seguente: si può effettivamente sostituire il latte di mucca con un latte vegetale senza squilibrare l'alimentazione e soprattutto provocare carenze, in particolare di calcio?

Cos'è il latte vegetale?

Il latte vegetale è una bevanda a base di vegetali, che presenta aspetti simili a quelli del latte di origine animale. A volte, l'aggiunta di calcio e di vitamine permette al latte vegetale di assumere una composizione nutrizionale simile a quella del latte di mucca.

Tuttavia, vedremo in seguito che non tutti i latti vegetali sono equivalenti e che bisogna imparare a sceglierli bene. Ma cominciamo con l'analizzare la composizione nutrizionale dei latti di origine animale, per poterne studiare meglio le differenze.

Cosa apporta il latte di mucca e qual è il suo interesse nutrizionale?

Nella grande piramide dell'equilibrio alimentare, il latte di mucca e i suoi derivati (yogurt, formaggio…) occupano un posto di riguardo, essenzialmente per due motivi principali.

- La ricchezza di calcio del latte e dei latticini è il primo fattore importante. Rappresentano quindi la fonte principale di calcio dell'alimentazione, tanto più che quest'ultimo ha un'ottima biodisponibilità per l'organismo.

Sapendo che il fabbisogno di calcio di un adulto è di 900 mg al giorno - più alto ancora per le donne incinte o in menopausa - e sapendo che circa 1/3 è fornito dai vegetali (in un'alimentazione sufficiente e equilibrata*), i restanti 2/3 possono essere apportati facilmente, per esempio, da 60 g di formaggio a pasta dura, come il groviera, o da ½ litro di latte o 4 yogurt.

>> Torna al tema "Alimenti"