Ricordarsi di me Password dimenticata? ?
 Posizione : Home > Clinique du Poids site > Dieta e vita sociale > I piatti estivi sono sempre leggeri?
Il metodo LeDiet
Calcola il tuo BMI
Dossier Nutrizione
Le mie domande - le vostre risposte
Enciclopedia nutrizionale
Ricette per la linea
Frutta e verdura
di stagione
Calcolo la mia
attivita fisica
I piatti estivi sono sempre leggeri?
L'estate sta arrivando, con la sua voglia di freschezza, equilibrio e leggerezza. Diciamo addio agli stufati, ai bolliti e a tutti i piatti più elaborati per fare spazio a insalate miste, grigliate, zuppe fresche e leggere...

Si crede spesso che i pasti estivi siano leggeri, ma è davvero così?

Insalate miste

Regina dei piatti estivi, l'insalata mista è molto apprezzata perché ne esistono varietà infinite, in funzione degli ingredienti utilizzati. Si tratta, quindi, di un piatto del quale non ci si stanca mai e soprattutto di una ricetta che possiamo rinnovare continuamente: qualsiasi alimento arricchisce piacevolmente un'insalata mista, dalla verdura cruda, naturalmente, ai dadini di formaggi misti, ai pezzetti di pollo, la carne fredda, le uova sode, il tonno, il surimi, la pasta, il mais, i legumi secchi, ecc.

È proprio questa incredibile varietà che ci permette di trasformare un'insalata mista in un piatto perfettamente equilibrato e leggero o al contrario in uno molto ricco e grasso.
Quindi, un'insalata con fegatini, pancetta, patate saltate in padella, pinoli oppure un'insalata con pomodori secchi, feta, olive, condite con abbondante olio di oliva e servite entrambe con un bel cestino di pane da intingere nel sugo, possono alla fine essere tanto caloriche quanto uno stufato o un ricco piatto a base di formaggio fuso. Il tutto con la coscienza assolutamente tranquilla di avere mangiato "un'insalata"!

Un'insalata mista leggera ed equilibrata deve quindi contenere: verdura cruda (in quantità illimitata), una proteina magra (pollo, prosciutto cotto, tonno, gamberetti …), eventualmente farinacei (mais, riso, semola, grano, quinoa, lenticchie, fagioli, pasta) oppure un pezzetto di pane come accompagnamento e soprattutto "poco" olio (al massimo un cucchiaio). In effetti, spesso il condimento costituisce il problema centrale: una vinaigrette abbondante e con molto olio può facilmente raddoppiare o persino triplicare il numero di calorie di un'insalata mista! Se siete al ristorante, chiedete il condimento a parte e usatelo con parsimonia.

>> Torna al tema "Dieta e vita sociale"