Ricordarsi di me Password dimenticata? ?
 Posizione : Home > Clinique du Poids site > Dimagrire > Compulsioni alimentari e divieti
Il metodo LeDiet
Calcola il tuo BMI
Dossier Nutrizione
Le mie domande - le vostre risposte
Enciclopedia nutrizionale
Ricette per la linea
Frutta e verdura
di stagione
Calcolo la mia
attivita fisica
Compulsioni alimentari e divieti
Raggiungere il peso ideale o mantenere il peso forma: un desiderio o un'esigenza che diventa ossessione per molti di noi.

Essere magri va di moda, al punto da far perdere raziocinio e buon senso. È un obiettivo che sembra far venire subito in mente fame, frustrazione e divieti, da poter raggiungere solo a prezzo di sacrifici...

Tuttavia, se analizziamo il modo di mangiare delle persone "naturalmente" magre, ci rendiamo conto che il loro comportamento alimentare è molto semplice: ascoltano le loro sensazioni, mangiano quando hanno fame e smettono quando non ne hanno più, scegliendo alimenti che fanno loro piacere. Ma soprattutto non si pongono divieti né demonizzano singoli alimenti o gruppi di alimenti. L’alimentazione non è né un enigma né un rompicapo, è qualcosa di naturale, che va da sé. E proprio questo è il segreto: niente di meglio che vietarsi qualcosa per averne subito voglia o magari porsi troppe domande per alla fine non trovare risposte!

Tale meccanismo è alla base del fenomeno che si chiama restrizione cognitiva.

Cos'è la restrizione cognitiva?

O "stato di dieta permanente", secondo il dott. Zermati, che la definisce, molto semplicemente, nel seguente modo:

"La maggior parte dei nostri contemporanei è preoccupata dal fatto di non ingrassare e quindi di nutrirsi in modo adeguato.
Si distinguono per l'idea tenace che esisterebbe un modo corretto di mangiare, sano ed equilibrato, una sorta di buona condotta alimentare, che sarebbe sensato adottare.
Per questo motivo, spesso provano un vago senso di colpa, qualunque cosa mangino."

>> Torna al tema "Dimagrire"