Ricordarsi di me Password dimenticata? ?
 Posizione : Home > Clinique du Poids site > Dimagrire > Mangiare "magro"
Il metodo LeDiet
Calcola il tuo BMI
Dossier Nutrizione
Le mie domande - le vostre risposte
Enciclopedia nutrizionale
Ricette per la linea
Frutta e verdura
di stagione
Calcolo la mia
attivita fisica
Mangiare "magro"
Tutte le statistiche dimostrano che la maggior parte di noi mangia troppo grasso. Ciò non fa bene né al peso né alla salute cardiovascolare. Si consiglia quindi di ridurre, non di eliminare, i grassi alimentari, chiamati anche lipidi.

Dove si trovano i lipidi?

Possono essere:
- visibili: grassi per condire e cucinare, di origine animale (burro, panna,…) o vegetale (oli, margarine),
- o invisibili, che rientrano nella costituzione di determinati alimenti di origine animale (carne, insaccati, formaggi…) o vegetale (noci, arachidi, avocado…).

Quanti lipidi consumare?

Gli acidi grassi che costituiscono i lipidi, devono essere forniti principalmente dall'alimentazione nelle giuste proporzioni, ossia:
- il 50% sotto forma di acidi grassi monoinsaturi, presenti generalmente nei grassi vegetali (olio di oliva, di arachidi, grasso d'oca…), ma anche in alcuni grassi animali (salmone, aringa, sardine, anatra, oca…),
- il 25% sotto forma di acidi grassi saturi, presenti generalmente nei grassi animali (burro, panna, latte intero, formaggio, latticini grassi, insaccati, carne grassa …), ma anche in certi grassi vegetali (oli di palma e di copra, olio di noce di cocco),
- il 25% sotto forma di acidi grassi polinsaturi, fra i quali vi sono gli acidi grassi essenziali: Omega 3 (olio di colza, di noce…) e Omega 6 (olio di girasole…).

Le calorie apportate dai lipidi devono rappresentare il 30-35% dell'apporto calorico totale giornaliero.

>> Torna al tema "Dimagrire"